We Make A Pair

Hoppípolla: cultura indipendente per corrispondenza

23/12/2016 0 Comments

Ogni mese una sorpresa per posta, una scatola con prodotti appositamente selezionati per scoprire nuovi creativi: questa è la promessa di Hoppípolla, l’abbonamento appena nato e lanciato meno di un mese fa.

Ma Hoppípolla non è solo questo per me: è infatti il mio progetto, diventato realtà grazie a Simona e Nicola di Co-Hive, che incredibilmente, quando ho raccontato loro la mia idea di massima, hanno subito detto “facciamolo!” e si sono buttati con me in questa splendida avventura, trasformandola nel nostro progetto. Senza di loro nulla di tutto questo sarebbe possibile, e non si tratta di retorica.

Siamo agli inizi, ma già il fatto di aver fatto partire il progetto, vedere che in tanti fanno il tifo per noi e che in tantissimi hanno già acquistato la prima box o l’abbonamento trimestrale / semestrale, mi fa davvero credere che sia l’idea giusta al momento giusto, come mi ha detto qualcuno.

05_hoppipolla

E soprattutto Simona, Nicola ed io abbiamo lo stesso spirito nel fare le cose: Hoppípolla nasce dal desiderio di supportare i progetti indipendenti, coraggiosi e differenti di giovani designer, illustratori e crafter, condividendo le nostre scoperte per portarle direttamente a casa tua, in una scatola dal contenuto segreto, che ti sorprenderà e ti ispirerà.

Se avrà successo sarà merito non solo nostro, ma anche di tutti i creativi coinvolti e dei clienti che avranno voluto credere nella nostra idea e supportare la scena indipendente.

C’è ancora tempo oggi e domani per ordinare Hoppípolla #1: non lasciartela scappare!

06_hoppipolla

Grazie infinite a Daniela La Marchigiana, ai ragazzi di Effe, a Francesca e Alberto di Hoodooh che ci daranno consigli musicali, a Roberto di lepalle.it e alle girls di Titoo for you che ci hanno dato una mano per realizzare la scatola #0 che vedi fotografata in questo articolo. Grazie perché avete detto di sì senza esitare e siete stati i primi a credere davvero nella nostra idea matta.

E grazie ad Alice e Patrizio di tuta, che hanno capito cosa avevamo nella testa e l’hanno trasformato in un meraviglioso progetto grafico, che ci rappresenta perfettamente.

08_hoppipolla

10_hoppipolla

pattern_seo

 

Rispondi

RELATED POSTS