We Make A Pair

Reportage da Ambiente 2017, Francoforte

26/02/2017 0 Comments

Un paio di settimane fa, grazie ad una serie di fortunate coincidenze, ho avuto l’occasione per visitare Ambiente, la fiera di Francoforte dedicata alla decorazione d’interni.

Ecco quindi la mia solita carrellata di foto, per lasciarti ispirare: vedrai cose davvero belle e ti assicuro che al più presto approfondirò sui progetti più interessanti.

Il mio albergo: A&O Frankfurt Galluswarte

Un ostello semplice, ma pulito e tranquillo. Ho dormito in camerata femminile da 4 e mi sono trovata davvero bene: compagne di stanza simpatiche, bagni perfetti e tutto il necessario per sentirsi a proprio agio, dal piumone caldo all’asciugacapelli in bagno (che per me è un must!).

La mia stanza nell’ostello A&O Frankfurt Galluswarte: semplice, pulita e dotata di tutto il necessario

L’ho scelto perché è economico e  si trova molto vicino alla fiera, che si può raggiungere con una passeggiata di 10 minuti o con una fermata di metro (dietro l’angolo): e infatti era pieno di persone in città proprio per Ambiente, come una delle mie compagne di stanza, proprietaria di un negozio di complementi d’arredo in Olanda, la stessa che ha fatto finta di non trovare nulla di male nel caos di brochure che la mattina della domenica avevo sparso sul letto, per visualizzare meglio.

Ho passato pochissime ore in ostello, ma a colazione me la sono presa comoda.

La colazione all’ostello A&O Frankfurt Galluswarte

Dentro la fiera: Ambiente 2017

Era la prima volta per me alla fiera di Francoforte e devo dire che sono stata molto soddisfatta: in 2 giorni interi ho avuto tempo per dare un’occhiata veloce a tutti i padiglioni e per soffermarmi in quelli che raccoglievano marchi di mio interesse.

Se prevedi una gita l’anno prossimo, non perderti i padiglioni 4, 8 e 11.

Padiglione 8

Il Padiglione 8 di Ambiente è dedicato alla decorazione con un’attenzione particolare all’uso del verde (da quella per gli interni a quella del giardino), ma con digressioni su altre tematiche. Ho visto per la prima volta che la tendenza green sta davvero spopolando, e la dimostrazione sarà vedere tanto tanto verde anche negli altri padiglioni, non esplicitamente dedicati a questo tema. Qui i marchi danesi la fanno da padrone.

Lo stand di Hubsch, marchio danese che si trovava all’entrata del padiglione e mostrava immediatamente il suo mix di bianco e verde, colori e materiali naturali, con tocchi di rame e ottone.

Mi sono innamorata di questi piatti con decoro a gocce di IB Laursen

 

Le mostre: Design Plus e Trends 2017

Una delle parti più interessanti della fiera è la galleria, dove sono presentate alcune mostre: Design Plus Award raccoglie i 23 oggetti vincitori di questo premio, dedicato quest’anno allo stile etico, abbinato come sempre a qualità estetiche e funzionali d’eccellenza, mentre la mostra Trends 2017 presenta quattro allestimenti che raccolgono oggetti attorno a quattro temi (strutture, materiali, motivi, forme) con i pratici riferimenti ai numeri di stand di ciascun brand… io l’ho trovato davvero pratico, una sorta di bignami del meglio presente in fiera!

Design Plus: Ethical Style Edition: l’allestimento nella galleria di Ambiente 2017

Design Plus: le ciotole Manfred-Upclycing, prodotte a mano con scarti della lavorazione della porcellana.

Trends 2017: delicate structures – elementi decorativi dai colori tenui e dalle superfici che invitano ad essere toccate.

Trends 2017: honest materials – Un focus sull’uso dei materiali naturali e tradizionali, per unire tradizione e innovazione, come in questa spazzona di Raumgestaldt

Trends 2017: notable shapes – le posate per insalata di Skagerak

Padiglione 11

Di sicuro il mio preferito: due piani di brand che già conoscevo e tante belle scoperte di progetti appena nati e già molto interessanti. I post delle prossime settimane partiranno soprattutto da qui.

La novità più bella di Ambiente: la serie di oggetti di Il Coccio Design Edition, di cui parlerò presto!

Il Coccio Design Edition: gli oggetti visti da vicino, in una gamma di colori moderna ed equilibrata.

I vasi di Skagerak hanno i colori della terra rossa e una finitura opaca: l’allestimento con ranuncoli e grandi foglie verdi è strepitoso!

Selfie time da Skagerak: non ho resistito a questi specchi con cornice in legno curvato a vapore!

Padiglione 4

Due piani dedicati alla tavola, con tanti brand internazionali, che danno davvero il meglio di sé con allestimenti e proposte di alto livello.

Anche a Francoforte Sambonet porta il suo bellissimo allestimento a casetta, qui tutto dedicato alla serie Kyma, nata dalla collaborazione con la designer Serena Confalonieri e i decori di Gianni Cinti.

Il dettaglio di uno dei vassoi Kima di Serena Confalonieri e Gianni Cinti per Sambonet

Ancora allo stand Sambonet

La tavola di Arzberg, ceramiche made in Germany

I bellissimi vasi Rosenthal Hot Spot, disegnati da Christine Ratmann, per la prima volta in versione bianca (sono quelli che a Homi l’anno scorso avevamo visto nei colori dell’arcobaleno!)

La fiera è anche fatta di tanti spazi relax, dove riposarsi: il mio preferito è il Café Jade Serenity di Bethan Gray nel padiglione 4: me ne sono innamorata per la palette colori, per i pattern di pareti e trafori e per la scelta dei materiali.

L’allestimento super green di Eva Solo, che presenta vasi e accessori da giardinaggio, ma anche casette per gli uccelli super cool!

Un altro dettaglio dallo stand Eva Solo.

Anche Serax ha scelto per l’allestimento di utilizzare tanto verde: qui le piante sono sospese al soffitto a varie altezze, al di sopra delle belle ceramiche bianche.

L’allestimento super ordinato di Rigtig merita una menzione d’onore!

Un nuovo brand, costola di Rutzenhoff, di oggetti per la tavola disegnati da Christiane Elle.

La mia passione del momento, il caffè filtrato, nello stand del brand giapponese Kinto, che produce oggetti di una bellezza e una funzionalità rara.

Rispondi

RELATED POSTS